...chi e'
vita e fatti di Marco Parente

Marco Parente nasce a Napoli nel 1969 ma vive a Firenze fin dall'inizio degli anni '90. Il suo esordio solistico risale al 1997, quando per la collana "Taccuini" del C.P.I esce Eppur non basta.
Un disco decisamente di ricerca, pur rimanendo nell'ambito della "canzone", che ha riscosso numerosi consensi di critica per l'originalitā delle composizioni e degli arrangiamenti. Carmen Consoli, affascinata dal progetto fin dall'inizio, duetta con Marco nel brano Oio.

Il suo nome non era tuttavia sconosciuto ai pių attenti osservatori del panorama musicale italiano. L'artista, dopo alcune militanze in gruppi locali (Parente si era fatto notare per la collaborazione con Andrea Chimenti ne L'albero pazzo, oltre che come membro degli Otto'p'notri), aveva infatti a pių riprese lavorato come turnista con i C.S.I. partecipando in veste di percussionista negli album Ko de mondo (1994) e Linea gotica (1996).

Mentre Marco inizia a registrare il suo secondo album, decide di partecipare al progetto L'isola di Wyatt dedicato al batterista dei Soft Machine Robert Wyatt dal Consorzio Produttori Indipendenti. A fianco dei La Crus interpreta Gharbzadegi e partecipa ad una serie di date dal vivo in cui sono coinvolti membri dei CSI, Manuel Agnelli degli Afterhours, Cristina Donā, Enrico Greppi e Finaz della Bandabardō.
Nel settembre 1998, il primo disco viene ristampato in un edizione speciale, con una nuova copertina e due brani in pių: Oggi si ride e Gharbzadegi.

Il secondo album viene pubblicato nel novembre 2000, si intitola Testa, dė cuore. Undici episodi come undici storie di passione, disagio, sentimenti oscuri, intriganti malinconie in un album di Rock da camera che somma intuito e ragione.

In Testa, dė cuore la presenza femminile č quella di Cristina Donā, magnifica in Senza voltarsi, a testimoniare un rapporto di reciproca stima che ha visto a sua volta Parente come ospite nell'album Nidodella cantautrice.

Nel 1998 inizia la sua collaborazione con la City Lights Italia, presentando in anteprima Testa, dė cuore alla Stazione Leopolda di Firenze.

Nel 2000 partecipa al tour PullMan My Daisy con Ferlinghetti, Ed Sanders, Anne Waldaman, John Giorno, Alejandro Jodorowsky e molti altri poeti e musicisti esponenti della "beat generation".

Sempre con City Lights Italia, nel 2001 partecipa al Festival Fuck Art, Let's Dance accompagnando i readings di L. Ferlinghetti (a Firenze in Piazza della Signoria e a Genova, Teatro della Corte) e nel maggio 2001, all'interno della rassegna "Delle cose nascoste fin dalla fondazione del mondo" (Fiesole / Firenze; gennaio / luglio 2001) presenta in anteprima il primo studio realizzato per l'allestimento dello spettacolo Paradiso, Inferno, Piano Terra all'Anfiteatro romano di Fiesole, in occasione del quale City Lights Italia pubblica la raccolta degli ultimi suoi testi Work in progress/Work in Regress.

Nell'inverno del 2001 apre insieme a Paolo Benvegnų alcuni concerti di Afterhours. Sempre in questo periodo inizia la collaborazione con Manuel Agnelli.
Ospite del Premio Ciampi 2001 si esibisce in una vibrante performance assieme allo stesso Manuel Agnelli e ancora una volta, a fianco di Paolo Benvegnų.

Nel febbraio del 2002 Patty Pravo interpreta e inserisce nel suo album Radiostationuna sua canzone (Farfalla Pensante), tutto grazie e sotto la supervisione di Manuel Agnelli.

Il 27 settembre 2002 č stato pubblicato su etichetta Mescal (distribuzione Sony) il nuovo disco di Marco Parente prodotto da Manuel Agnelli, intitolato Trasparente e preceduto dal singolo Lamiarivoluzione, distribuito nei negozi il 21 giugno 2002.

Il 4 ottobre 2002 ha ricevuto il Premio Grinzane Cavour per la poesia e i testi musicali insieme a Manuel Agnelli e Cristina Donā con i quali si č esibito durante la serata in una performance acustica indimenticabile al Teatro Politeama di Saluzzo (CN).

A novembre, in concomitanza con la pubblicazione da parte della City Lights di Firenze del Libro trasparente, č uscito anche nei negozi il secondo singolo intitolato Davvero trasparente.

Sempre a novembre prendono vita, grazie alla regia di Graziano Staino, due video Adam ha salvato Molly e Davvero trasparente.

Il 30 Maggio 2003 č la data di uscita del terzo singolo estratto dall'album Trasparente intitolato Pillole Buone. Questo brano, della durata di circa 15 minuti, č nato amalgamando e remixando 1 minuto circa per ogni pezzo incluso nell'album Trasparente, di e da un'idea di Lorenzo Brusci. Il cds contiene, oltre alla traccia Pillole Buone che ne da il nome, tre brani, sempre remixati: Proiettili Buoni (b-side inclusa nel primo singolo Lamiarivoluzione e remixata da Lorenzo Brusci), W il mondo (remixato sempre da Lorenzo Brusci) e Anima gemella (remixata da Stefano Facchielli degli Almamegretta).

Mercoledė 21 maggio 2003, Marco Parente con i suoi musicisti e la Millenium Bugs' Orchestra ha pennellato di magia una serata all'interno dell'ormai mitica Stazione Leopolda a Firenze.

La performance č stata registrata e fa parte di un album/progetto live uscito il 16 gennaio 2004, intitolato L'attuale jungla e preceduto dalla pubblicazione del singolo Inseguimento geniale (01-12-2003).

Scarica la biografia in formato .PDF
Gira la chiave nell'acqua... Le navi ...tornano in porto